FRANCAIS | ENGLISH

Caterpillar, il programma di Rai Radio2 lancia una candidatura molto speciale per il premio Nobel per la Pace: quella della bicicletta.

logo-bike-the-nobelLa trasmissione condotta da Massimo Cirri e Sara Zambotti, in onda dal lunedì al venerdì alle 17.30 su Radio2, ha infatti deciso di proporre come prossimo candidato al premio per la Pace proprio il mezzo a due ruote più usato del mondo.

Per sostenere questa ambiziosa candidatura Caterpillar invita tutti a contribuire alla causa con firme, sondaggi e a partecipare ad una simbolica ‘staffetta a pedali’ per consegnare la candidatura alla commissione che si riunirà, nel febbraio 2016 ad Oslo, per ufficializzare le nuove designazioni.

I motivi per cui Cirri e Zambotti ritengono che la bici siano uno strumento di pace sono molti: la bicicletta è il mezzo di spostamento più democratico a disposizione dell’umanità, non causa guerre, non inquina, fa bene al corpo e alla mente.

Paola Gianotti pedala da Milano a Oslo per il Nobel alla bicicletta

paola-gianotti2.100 chilometri in due settimane.
La ciclista estrema Paola Gianotti ha accettato la sfida dal 16 gennaio al 28 gennaio 2016 pedalerà da Milano a Oslo per portare la candidatura della bicicletta al Premio Nobel per la Pace alla commissione di Oslo.

Il viaggio di Paola diventa realtà grazie a:
Girolibero – vacanze facili in bicicletta
Touring Club Italiano

Segui il viaggio di Paola Gianotti

Ringraziamo i SOSTENITORI della campagna per il loro supporto

www.caterpillar.rai.it/BikeTheNobel
www.radio2.rai.it
#BikeTheNobel

M’illumino di Meno 2016

La partenza di Paola Gianotti sancisce l’inizio di M’illumino di Meno 2016, la festa del risparmio energetico di Radio2, quest’anno dedicata alla mobilità sostenibile.

www.caterpillar.rai.it/milluminodimeno
#MilluminoDiMeno

148 thoughts on “Bike The Nobel

  1. Andavo per la strada crepitando:
    ilsole si sgranava
    come mais ardente
    la terra era calda
    un infinito circolo
    con cielo in alto
    azzurro, disabitato.

    Passarono
    vicino a me le biciclette,
    gli unici insetti
    di quel minuto secco d’estate,
    riservate, veloci, trasparenti:
    mi sembrarono soltanto movimenti dell’aria.
    P.Neruda, “Ode alla bicicletta”, 1956

  2. Abito ad Aosta e vado a lavorare in bici, anche in pieno inverno, quando la temperatura è sotto zero, come oggi :-)
    (è molto più rilassante che mettersi in macchina e guidare, soprattutto la mattina presto, quando non c’è traffico e non è un problema passare nelle zone pedonali, data la carenza di piste ciclabili).
    Forza bici!

  3. La bici è anche l’unico mezzo di trasporto che quasi tutti con un po’ di pratica possono costruirsi da soli in garage! I “Ciclosauri” vi spiegano come:
    https://youtu.be/Nl6FYb8dzgM
    Salvate i “Ciclosauri” dall’estinzione, guardate i loro video…. e se vi avanza tempo ci sarebbe anche la coppia eco “Metano + Bici” = CICLOMETANOIDI
    https://youtu.be/mtFl68STqTk
    W la BICI

  4. Acquistata e subito persa per furto
    Due volte in un mese
    Sono rimasta due anni senza dalla paura

    Adesso sono rinata: acquistata con super super catena e riposta la notte in garage privato
    Ohhhh yessssss
    I love to ride my bycicle Ilove to ride my Bike

  5. Appoggio la candidatura.
    La uso per andare a lavoro 30 km al giorno, sono un operaio ed anche dopo una giornata in cantiere, è sempre piacevole pedalare canticchiando. Ti mette buon umore

  6. Ho riflettuto, sentendovi quasi ogni sera, su questa iniziativa.
    Da chi è nata? Se da voi, allora trovo che il nome sia una grande schifezza: perché “BiketheNobel” e non “biciNobel” o “cicloNobel”?
    Poi: siete sicuri che la bicicletta, per lo meno nelle aree metropolitane, non sia diventata uno status symbol per chi può permettersela? Come fanno ad utilizzarla i pendolari?
    Insomma: una cosa un po’ da “hipster”, molto “fashionable”, sicuramente “trendy” ed anche “mainstream”.

  7. Bisogna fare in modo che usare la bici diventi sempre più semplice, facile, conveniente.

  8. Grandiosa idea, gestisco un sito che si occupa di attività motoria (www.personaltrainergratuito.it) ed ho provveduto a fare un articolo che evidenzia l’iniziativa. Ritengo che la bici sia il mezzo del fututo, il mezzo che può aiutarci a contenere l’inquinamento e contemporaneamente a sconfiggere la sedentarietà che sono due flagelli della nostra era, forza Caterpillar!

  9. ciao:) sono Antonella. Adoro la bici e viaggiare perciò ad aprile farò un viaggio in bici in solitaria dalla Puglia alla Norvegia . Se volete seguire il mio viaggio la mia pagina facebook è questa: https://www.facebook.com/I-miei-viaggi-in-Italia-e-nel-mondo-1630511890559454/?fref=ts

    “È andando in bicicletta che impari meglio i contorni di un paese, perché devi sudare sulle colline e andare giù a ruota libera nelle discese. In questo modo te le ricordi come sono veramente, mentre in automobile ti restano impresse solo le colline più alte, e non hai un ricordo tanto accurato del paese che hai attraversato in macchina come ce l’hai passandoci in bicicletta”. Ernest Hemingway

  10. magnifica idea!! io penso di essere uscita dalla sala parto in treciclo, sono SEMPRE andata e vado tuttora in bici. Fantastica la sensazione di libertà che ti da’ la bici, si é allegri, o si medita, bellissimo sentire il freddo sulle guanciotte d’inverno, o l’aria tra le gambe d’estate.
    Speriamo che il vostro e nostro sogno vada a buon fine.Grazie di tutto

  11. usare la bici è sinonimo di pensieri in libertà, appropriazione degli spazi, anche incazzature (quando fori) ma se sei connesso cervello-gambe arrivi sempre dove vuoi.

  12. “Nessuna delle nostre sofferenze quotidiane resiste a un buon colpo di pedale”.
    Didier Tronchet

  13. In compenso è stata una sofferenza compilare il format. E non so se è andato a segno…

  14. Buongiorno,
    la bicicletta è il mezzo di trasporto che da quando è stata ideata ha trasportato persone senza mai chiedere niente. Quando la macchina non c’era gli operai per raggiungere il posto di lavoro dovevano pedalare ed erano i più fortunati. Adesso, però, per dare maggior grazia alla bicicletta ho ideato una nuova pedivella che dovrebbe dare, a parità di fatica, un maggior rendimento rispetto a quelle in uso. Non voglio spiegare la funzione del dispositivo per non farvi perdere tempo ma vi segnalo il sito per poterlo esaminare con calma: http://pedivelladelmonaco.blogspot.it/ Se Caterpillar tramite la radio potesse informarsi dagli ascoltatori esperti di fisica i vantaggi di questa innovazione si potrebbe avere un’idea più precisa della novità. E speriamo che questa innovazione possa dare anche un aiutino alla vostra proposta per il Nobile alla bici.
    Saluti a tutti e buon anno

  15. Auguro a tutti la lettura di “Elogio della bicicletta” di Ivan Illich Bollati Boringhieri.Feed your head……….

  16. La bicicletta e’ forza nel pensiero, liderta’ .

  17. Ciao, vivo in un paesino vicino trapani, ormai è poco più di un anno che utilizzo la bici come mezzo di trasporto e ogni volta che mi incontra un conoscente per strada mi dice: dai Leonardo che sei primo!
    Non mi interessano i commenti negativi, quello che conta è:
    – rispetto per l’ambiente
    – risparmio economico
    – fa bene alla salute
    – ti senti in forma
    – eviti il traffico
    – non ti stressi
    e ancora potrei continuare.
    Ciaooooooooooooo

  18. tante volte in bici su irte strade di collina mi son detto, ma chi me la fatto fare.
    ma appena arrivato a casa non vedevo l’ora ripartire.

  19. Grazie,Io ho firmato la petizione il 2 Gennaio al Museo dei Campionissimi a Novi Ligure.saluti Giovanni

  20. Propongo la bicicletta al nobel per conto della Associazione Luigi De Andreis.
    Diciamo che per lui la bicicletta era un suo modello di vita, fatica per arrivare in cima e gioia ed ebrezza nelle discese. Un grande sostenitore

  21. Mobilità in bicicletta.
    Andavo a lavorare in auto ma ho perso il lavoro.
    Adesso sono in mobilità e vado in bicicletta tutti i giorni.
    Bicchiere mezzo pieno =;-)

  22. Ciao,Sopratutto di questi tempi con questo inquinamento l’uso della bici sarebbe una buona alternativa oltre a uno stile di vita etico ed innovativo.

  23. la bicicletta è una cura di bellezza senza trucco. guarda le cicliste alla Paris -Brest-Paris e anche tutte le altre sono tutte bellissime

  24. La nostra associazione sportiva (podistica) aderisce con entusiasmo all’iniziativa e sostiene Paola Gianotti nella sua impresa di raggiungere Oslo.
    Grazie di averci pensato!

  25. sostengo questa candidatura perchè non inquina, fa bene alla salute ed è un pezzo di storia

  26. La bicicletta non tutti se la possono permettere… ho finito, NO!
    Saluti

    Massimo

  27. per quasi 30 la desideravo ma per diversi motivi non la avevo e non la usavo adesso ne ho 4. ma tutto nasce perché durante il mese di agosto mentre tutti erano in vacanza al mare io ero a Milano perché la mia compagna combatteva una battaglia per la vita e io un po’ per muovermi un po’ per scaricare la tensione ho incontrato una vecchia Bianchi del 1942, quando sono rientrato nella mia amata Ichnusa non ho smesso di andare in bici anzi……. la bici merita il nobel non solo per la pace ma anche quello della scienza e della sostenibilità della ecologia e non meno quello della medicina oltre le gambe il cuore anche il cervello secondo me migliora dopo l’uso costante della bici ciao e buona pedalata a tutti

  28. La bicicletta, mezzo Leonardesco per spostamenti economici, divertimento e turismo lento
    a emissioni zero.

  29. Viva la bici! Ci vado ogni volta che posso, ci sono andata dall’Africa alla Lombardia, e mi ha salvato la vita. Fa belli, rilassa, libera la mente e l’adrenalina. Per anni ho fatto 20 km al giorno per andare al lavoro, mi sono arrampicata sulle montagne del lago maggiore e della Corsica, ho percorso le foreste e le sabbie del Gabon, città e sentieri. Viva le donne in bicicletta, con i loro polpacci forti, ma felici!! Nobel alla bici, nobile mezzo di nobile stirpe destinato ad un nobile futuro.

  30. Ho imparato ad andare in bici prima che a camminare. Alla bici sono legati i ricordi più belli della mia vita. E’ il mio mezzo di trasporto quotidiano e destagionalizzato. La bici per me è libertà, pensiero, respiro, leggerezza, giusta velocità e giusta lentezza, mobilità dolce e intermodale (bici+treno), cultura, amore per il paesaggio e per la sua conoscenza, socialità, amore per la natura e la geografia, indumenti giusti comodi e sobrii, bevande e cibo sani e gustosi, amore per il viaggio lento, amore dei vuoti e dei silenzi.

  31. sono emozionata a sentirvi in diretta, mentre sono a lavoro. Evviva Bike the the nobel. grandi ragazzi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>