Caterpillar, il programma di Rai Radio2 lancia una candidatura molto speciale per il premio Nobel per la Pace 2016: quella della bicicletta. La trasmissione condotta da Massimo Cirri e Sara Zambotti, in onda dal lunedì al venerdì alle 17.30 su Radio2, ha infatti deciso di proporre come prossimo candidato al premio per la Pace proprio il mezzo a due ruote più usato del mondo.
www.caterpillar.rai.it/bikethenobel

La lista degli HUB che sostengono la candidatura della biciclicletta al Premio Nobel per la pace.
In questi luoghi potete firmare la petizione:

  1. Cicli Bonelli, officina e negozio di biciclette di Spinetta Marengo (AL)
  2. Officina e negozio di biciclette Il biciclettaio di Gianandrea Dominici a Pavia
  3. CO.S.MO.S di Minturno (LT)
  4. FIAB Udine – aBicitUdine
  5. Settimo Biciclettari – gruppo di coordinamento sulla mobilità sostenibile costituito dai comitati di quartiere e dalle associazioni del Settimo Municipio di Roma
  6. Ecolocanda al Borgo, Vallebona (IM)
  7. Milano Bike Renting
  8. Teatro della Cooperativa di Milano Niguarda
  9. Cartolibreria Al Gallo (p.le Risorgimento, 11 – Modena) per FIAB Modena
  10. FIAB Milano Ciclobby
  11. Legambiente Circolo Città Futura (Viale della Venezia Giulia, 69 – Roma V Municipio)
  12. Ciclofficina Sella Del Diavolo (via Principe Amedeo, 21 – Cagliari), gestita dall’associazione La Ciclofucina
  13. Cooperativa Sociale Cigno Verde (via Belli, 10/A – Parma) con il progetto RiCiclo-LabOfficina
  14. Pomdeter, bar-caffè e negozio di cibi biologici (via Trebisonda, 65 – Genova)
  15. Officine Ricicletta della Cooperativa Sociale Il Germoglio (via Darsena, 132 – Ferrara)
  16. Ciclofficina RuotaLibera (via Celoria, 2 – Milano)
  17. Cartitalia Office Discount (di fronte a via Bruni, 20 – Milano Bovisa)
  18. Bar-caffé baby&mamme Mamusca (via Davanzati, 2 – Milano Bovisa)
  19. Il Velocipede (via Vittorio Veneto, 59 – Nettuno, Roma)
  20. Ciclosfuso, bici e vino (via Sartirana, fronte n° 5, ang. via Vigevano 43 – Milano)
  21. ARI (Audax Randonneur Italia)
  22. Hub mobile di Marco Ballestracci
  23. Museo dei Campionissimi di Novi Ligure (AL)
  24. Cicli Mattio Silvio & C. (via Donatori Del Sangue, 1 – Piasco, CN)
  25. Pedala Sport (via Roma, 179 – Canale, CN)
  26. D.O.C. Bike di Leardi (viale Indipendenza, 25 – Canelli, AT)
  27. A.S.D Pedale Canellese di Canelli (AT)
  28. Bar Roma Giovine S.N.C. Di Giovine Gabriele & C. (via Roma, 16 – Santo Stefano Belbo, CN)
  29. Ciclo Divino (via Michele Rosi, 7 – Lucca)
  30. Facebike (via dei Borghi, 5/a – Nonantola, MO)
  31. FIAB Vicenza Tuttinbici
  32. Negozi di biciclette Nuova Corti di Sassuolo (via Palestro, 19 – Sassuolo, MO) e di Casalgrande (via Radici, 7/A – Veggia di Casalgrande, RE)
  33. Veloclub Segrate
  34. Negozi per animali Homery Pet Food di Pietrasanta (via Aurelia Nord, 25 – Pietrasanta, LU) e di Querceta (via Alpi Apuane, 705 – Querceta, LU)
  35. Fiab Ferrara – Amici della Bicicletta
  36. Presidio LIBERA della città di Bitonto in collaborazione con associazione Train de Vie – Yallah e VelBike (via Giosuè Carducci, 11 – Bitonto, BA)
  37. Punto Touring di Milano (corso Italia, 10 – Milano)
  38. Punto Touring di Genova (palazzo Ducale, piazza G. Matteotti, 62/r – Genova)
  39. Punto Touring di Padova (via S. Francesco, 35 – Padova)
  40. Punto Touring di Roma (piazza Santi Apostoli, 62/65 – Roma)
  41. Punto Touring di Torino (via S. F. d’Assisi, 3 – Torino)
  42. BikeByBus, agenzia specializzata nel noleggio di biciclette pieghevoli (Viale di Colli Portuensi, 230 – Roma)
  43. L’Ostello di Alessandria (piazza Santa Maria di Castello, 14 – Alessandria)
  44. Caffè 0 (da Pino) (via Garibaldi, 65 – Prato)
  45. Caffè 21 (viale Piave, 5 – Prato)
  46. Coppini Sport (piazza G. Ciardi, 8 – Prato)
  47. Eco Posta Prato (via G. Magnolfi, 26 – Prato)
  48. Pratocopy (piazza G. Ciardi, 35 – Prato)
  49. Formaggeria Il Pepolino (piazza S. Marco, 43 – Prato)
  50. Pilates in Tuscany (via Frascati, 44 – Prato)
  51. Pratosfera (via C. Guasti, 31 – Prato)
  52. Heaven flowers fioristi (via Pugliesi, 15 – Prato)
  53. Spighi calzature (via M. Roncioni, 57 – Prato)
  54. MTbici di Grimaldi Marzia
  55. Palestra LUPo (piazza Pietro Lupo, 25 – Catania)
  56. Upcycle Milano Bike Café di Roberto Peia (via A.M. Ampère, 59 – Milano)
  57. BICIPOLITANA Network di San Donato Milanese (MI)
  58. Biciclettaro, officina e negozio di biciclette (via Urbana, 122 – Roma)
  59. Hotel Suite Inn di Udine
  60. HUB mobile Associazione Il Bene Comune di Borgo a Buggiano (PT)
  61. Nuova Società Piemontese Automobili srl (corso Lione, 85/11/C – Torino)
  62. Museo della Bilancia (via Garibaldi, 34/a – Campogalliano, MO)
  63. Progetto Gira la ruota ciclo-officina di Kaleidoscopio scs (via Mattioli, 8 – Trento)
  64. Ecostazione – Legambiente Piazza Armerina (via Manzoni, 90 – Piazza Armerina, EN)
  65. Flagship Store di Patagonia (corso Garibaldi, 127 – Milano)
  66. Moronigomma (corso Matteotti, 14 – Milano)
  67. Istituto Professionale di Stato per i Servizi dell’Enogastronomia e dell’Ospitalità Alberghiera di Molfetta (BA)
  68. Biblioteca Comunale di Copparo (FE)
  69. Consorzio Turistico di Cogne (via Bourgeois, 33 – Cogne, AO)
  70. Ufficio Turistico di Malles (via San Benedetto, 1 – Malles, BZ)
  71. Ufficio Turistico di Burgusio (Piazza Principale, 46 – Malles-Burgusio, BZ)
  72. Comune di Malles (via Stazione, 19 – Malles, BZ)
  73. Comune e Ufficio Turistico di Chamois (Frazione Corgnolaz, 11 – Chamois, AO)
  74. Comune di Forni di Sopra (via Nazionale, 162 – Forni di Sopra, UD)
  75. Infopoint Promoturismo FVG (via Cadore, 1 – Forni di Sopra, UD)
  76. Ecomotion (Piazza Centrale, 6 – Forni di Sopra, UD)
  77. CicloSpazio Bari
  78. Piccolo Cafe di New York:
  • 157 3rd AVE (UNION SQUARE, GRAMERCY AREA)
  • 238 MADISON AVE (MIDTOWN EAST, MORGAN LIBRARY)
  • 274 W40th STREET (MIDTOWN WEST, NEW YORK TIMES)
  • 313 AMSTERDAM AVE (UPPER WEST SIDE, BEACON THEATER)

28 thoughts on “Gli HUB di Bike The Nobel

  1. Alessio Brancaccio da Avezzano (AQ), professione: tecnico CAA Coldiretti, fervido attivista di ambiente, sport e mobilità sostenibile. Percorro 3 volte a settimana 60 km in media, totale a settimana 180 in inverno e 3 volte alla settimana tra gli 80 e i 120 km, media a settimana circa 250 km! :)

  2. Anche la nostra associazione raccoglierà le firme per sostenere questa candidatura.
    Splendida idea.
    Grazie

  3. Km12+12 x 6 giorni alla settimana x 30 anni. Tra qualche mese sarò in pensione e forse sentirò più la mancanza della strada che del lavoro e naturalmente la nostalgia… per le 10 biciclette che mi hanno rubato: non le legavo erano il mio cavallo selvaggio e libero. ciao

  4. Io vado a lavorare in bici: 20 km al giorno, con tutti i tempi tranne neve comprovata, ho 57 anni e sto una meraviglia! lovebike

  5. Io percorro per andare al lavoro dai 10 ai 20 km circa al giorno, poi il sabato o la domenica dai 50 in su per divertimento col gruppo ciclistico.

  6. Io percorro in media 80 km, la settimana Ho 61 aanni sono di Senigallia amo la bicicletta.

  7. da quando vado in bici al lavoro sono meno stressata … e faccio prima.
    Percorro circa 15 Km al giorno.

  8. vado a lavorare con la mia biciletta, 1,8 km e vado in bici da corsa ogni volta che posso.
    bicicletta = felicità e libertà.

  9. Io e mio marito per scelta non abbiamo auto, ci muoviamo solo con mezzi pubblici, in bici o a piedi. abbiamo tre bimbi di 7 anni, 5 anni e 2 anni. Andiamo in bici a scuola e al lavoro, col bello o cattivo tempo, siamo felici e siamo in pace col mondo, col nostro stile di vita non contribuiamo alle petrolwar. Abbiamo creato un gruppo fb che si chiama “famiglie senz’auto”.

  10. Io sono nato in bicicletta. Ho continuato ad usarla tutti i giorni andando al lavoro, portando i figli a scuola, facendo il ciclista. Trovo che è il mezzo più pratico, conveniente e silenzioso per spostarsi e anche (se sufficientemente attrezzato) per fare la spesa.
    Chi usa la bicicletta sta meglio di salute e di umore, non inquina e non aumenta l’assordante rumore del traffico automobilistico.
    La bicicletta è il futuro di un mondo più umano.

  11. Essendo nato ad Anversa pure Io come Antonio sono nato con una bicicletta!

    Un amico Romano mi ha spiegato vostro iniativo meraviglioso..Io ho gia fatto il Camino de Tours a Santiago in bicicletta e ora sto facendo la via Francigena come parte della Via della Seta.
    Sto seguendo la strada ( dove e possibile) di un gioielliere Francese, Jean-Baptiste Tavernier fino la Myanmar.
    Durante il mio viaggio ho rincontrato una associazione a Lyon dove uno po riparare la sua bicicletta gratis con gli utensili del associazione in piu reparono biciclette abandonati e gli mandano in Guinea per dare agli studente delle classe primari, vorrei proporre questa orginazione come exempio di cooperazioni sociale que succede quando uno e ciclista!

    Complimenti per vostro iniativo..si posso auitare…

    Saluti Sportivi

    Jean-Paul

  12. Chi usa la bici usa la testa e anche le gambe. Faccio circa 13 Km al giorno, per lavoro, più 100 la domenica con quella da corsa. Non ho problemi di parcheggio, nel centro città faccio prima. Nel fine settimana pedalo con gli amici, mi rilasso, sto meglio di salute e respiriamo aria pulita sulle montagne dell’Abruzzo. Tutti possono usarla.

  13. Maurizio Senigallia 2 dicembre 2015
    Usate la bicicletta amici/che in qualsiasi stagione, anche ora che comincia a fare freddo basta comprirsi.
    Ci si guadagna in salute, e si rispetta l’ambiente.

  14. Io ho scelto di non avere la macchina, mi sposto solo in bici con qualsiasi tempo, estate e inverno! Ho quasi 68 anni, faccio dai 10 ai 20 chilometri ogni giorno, e magari durante il weekend anche più di cinquanta con gli amici. Però il traffico è sempre più aggressivo, vorrei pedalare tranquilla!

  15. Da quell’angolo del Piemonte, in provincia di Alessandria, dove sono nati i miti del ciclismo di sempre come Giovanni Cuniolo (primo campione italiano di ciclismo su strada della storia). Costante Girardengo (il primo Campionissimo). Fausto Coppi (il Campionissimo e MITO del ciclismo di tutti i tempi). Luigi Malabrocca (la mitica Maglia Nera del Giro d’Italia) e ancora molti gregari e fortissimi comprimari arriva il sostegno alla candidatura per il Premio Nobel per la Pace 2016 da assegnare a quell’incredibile mezzo di trasporto, ma anche di comunicazione, rappresentato dalla BICICLETTA.
    Il sostegno arriva dal Comitato Colli di Coppi e da LaMITICA CICLOSTORICA per i Colli di Serse e Fausto Coppi (www.lamitica.it) oltre che dal Comune di Castellania, paese natale proprio di Serse e FAUSTO COPPI, dove si può firmare la petizione per la candidatura BIKE THE NOBEL.

  16. Percorro mediamente 20 Km al giorno per lavoro, servizi e relax. Sono un ciclista urbano in una piccola città di provincia. la mia bici fa 20 chilometri con una scatola di fagioli. Non inquina, mi fa incontrare tante persone. Sono il coordinatore da 30 anni del gruppo amicidellabici di Cesena, la nostra tessera è gratuita e da diritto a chi la possiede di girare ovunque a Cesena in bicicletta! Grandi vantaggi a costo zero. E’ per questo che merita il nobel!

  17. #BikeTheNobel

    Ciao Paola,

    qualche ora ancora e poi partirai per Oslo a portare le firme raccolte per assegnare il Premio Nobel per la Pace 2016 alla Bicicletta!

    Naturalmente, nonostante la distanza e il freddo lo farai pedalando, perchè sei fatta così.

    Un orgoglio che sicuramente ti pervade e ti da forza, ma che ti assegna anche una grande responsabilità per tutti quei ragazzi che divertendosi faticando sulle due ruote hanno perso la vita come Tommy.

    La dedica a Tommy del tuo GuinnessWorldRecord per Giro del Mondo in Bicicletta che hai fatto ti lega a lui in maniera indissolubile..

    E così voglio pensare che Tommy, Nicola, Thomas, Simone e tutti gli altri ragazzi che non pedalano più, possano riscaldarti e allo stesso tempo darti forza in quest’altra tua impresa.

    Lottiamo con te per un mondo che riconosca come fondamenti principali il rispetto tra le persone e per l’ambiente.

    Buona pedalata ….

    Marco

    #sognandolinfinito
    #tommysapevacorrere
    #girodelmondoinbici
    #guinnessworldrecord
    #caterpillarradio2
    #redbulltranssiberianextreme

  18. Mi chiamo marina come la figlia di coppi.
    Sono nata nel 1970 come pantani.
    La bici è stata una conquista che voglio tenermi stretta

  19. Uso la bici per recarmi a lavoro. Nel2015 ho percorso circa 3000 km. Da Portuense a Tiburtina 56 anni per 100 kg… Si può fate!
    Ciao

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>