La pittima minore o Limosa lapponica è un uccello migratore della stessa famiglia della Beccaccia e del Chiurlo.
E’ l’uccello che compie i tragitti migratori più lunghi in assoluto coprendo per due volte all’anno distanze fino a 11.500 km, dall’Alaska alla Nuova Zelanda.
Questo immane sforzo viene compiuto solo ed esclusivamente per l’accoppiamento e per questo si dice che tira più una piuma di pittima che un carro di buoi.

paolo-labati-mondo

Questi uccelli molto resistenti, consumano praticamente solo 1/200 della loro massa corporea per ogni ora di volo che rappresenta più o meno la metà di quanto consumerebbe un’altra specie e il triplo di quanto io possa bruciare in un anno di palestra.
Al mondo non esiste nessun altro animale che viaggi tanto a lungo  senza posarsi a terra e senza alimentarsi lungo il tragitto. Nemmeno una sosta per una Rustichella ad Hawaii ovest.
Da buon animale previdente, per raggiungere il luogo dove farà il nido, programma il decollo alla fine dell’inverno evitando così le classiche code all’ingresso sull’A1 con la tangenziale di Bologna e sfruttando l’enorme vantaggio del vento forte a Caianello. Proprio per questo alla Pittima minore si attribuisce l’invenzione della partenza intelligente.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>