La giraffa è un mammifero africano ed è l’animale vivente più alto al mondo. l’Unione internazionale per la conservazione della natura ha inserito le giraffe tra le specie vulnerabili a rischio estinzione perché negli ultimi 30 anni, a causa delle attività umane, la loro popolazione è diminuita del 40%.
La specie più a rischio, di cui rimangono soltanto 32.000 esemplari, è la giraffa Masai! Ah no non lo sapevo.
L’habitat naturale della giraffa si estende dal Ciad al Sudafrica e dal Niger alla Somalia, insomma tutti posticini dove non si trova un supermercato nel raggio di tutto il continente.

paolo-labati-mondo

Da sempre le giraffe migrano alla ricerca di cibo: migliaia di anni fa si scoprono ghiotte di foglie di acacia, l’unico problema è che si trovano molto in alto sugli alberi. Le giraffe però non si perdono d’animo e dopo vari tentativi capiscono che l’unica soluzione è farsi allungare il collo. Non potendo ancora avvalersi della chirurgia estetica optano per una tecnica meno invasiva ma più improntata sul lungo termine: aspettare semplicemente un cambiamento genetico. Infatti dopo solo qualche milione di anni – e una fame atavica – le giraffe poterono finalmente smettere di andare a caccia di foglie di acacia.
Grazie a questi splendidi animali oggi possiamo affermare con certezza, che con un po’ di  pazienza, gi riff o gi raff, una soluzione per risolvere le cose, la natura la trova sempre sempre.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>