La FIFA, la federazione del calcio mondiale, per l’edizione dei campionati del 2026 ha suggerito ad un trio di candidati di unirsi. Gli Stati Uniti d’America, il Canada e il Messico si presentano insieme per ospitare la nuova versione dei campionati mondiali di calcio, saranno per la prima volta ben 48 nazionali coinvolte. Nell’estate del 2026, quando si giocheranno i mondiali, potrebbe esserci Trump alla fine del suo secondo mandato e della sua Presidenza.

soccer-fans-usa-mexico-580

Il successo è diplomatico, Trump plaude la collaborazione con il Messico per questi mondiali e mai come oggi, è di vitale importanza che il dialogo tra Stati Uniti e Messico abbia una strada sempre aperta, che sia tra presidenti, ministri degli Esteri o come sarà in questo tra presidenti delle federazioni calcistiche. Perché Il calcio e lo sport traducono in concreto la parola “INSIEME”, producono emozioni che contagiano i tifosi e gli appassionati.

article-0-0CBC14D200000578-590_634x412

È rimasta nella storia la diplomazia del ping pong. Grazie all’amicizia di due atleti, il californiano d’adozione Glenn Cowan e il cinese Zhuang Zedong, l’America di Nixon e la Cina di Mao hanno ricominciato a parlarsi nel 1971 dopo oltre 40 anni di gelo. Forse sarà il calcio questa volta, ad abbattere gli odiosi muri che lasciamo costruire.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>