Definiamo il tatone: Siamo tatoni quando ci ritroviamo sprovvisti davanti a un accadimento, come se fossimo in mutande da soli in mezzo a gente vestita perché avevamo capito male un invito. Il tatone si riconosce perché a modo suo cerca una soluzione e alla fine ne esce senza farne troppo un dramma. Il tatone è la prova che si possono tentare altre strade in un mondo di fondo accogliente. Il tatone onorario è Idefix. L’ibis eremita che per il secondo anno consecutivo non segue lo stormo che migra dalla Toscana verso Nord ma solitario prende la via per la Puglia per passare l’estate a Manfredonia.

guardini

Il tatone della settimana
Andrea Guardini: ciclista che durante la Parigi Roubaix abbandona la corsa prima del traguardo e per tornare verso la città entra senza rendersene conto in autostrada, poi recuperato dalla polizia a cui spiega “je perdu la vie” (vie= vita; route = strada). Viene accompagnato in questura dove finisce di vedere la corsa in TV.
Sara Zambotti

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>