1. Mi raccomando mai focalizzarsi solo sulle parole, i modi sono più importanti, un banale esempio, se diciamo:
– sì..ì (con occhi spalancati nel vuoto e i trascinata) è no.
– se diciamo no (con la o troncata e il mento in giù) è sì.

Ma queste sono le basi..

marta-zoboli

2. fate invece attenzione alla apparentemente innocua e tipica domanda femminile: Ti piace?
Ecco badate, non è tanto il vostro giudizio che conta è il modo in cui rispondete, dovete giocare di prontezza qualsiasi cosa sia, una pasta, un taglio di capelli, un maglioncino nuovo… Non potete indugiare dovete essere secchi veloci convincenti, non ci deve essere ombra di dubbio né di scherzo, no alle pause che sembra ci stiate pensando, fermi, equilibrati, decisi… TANTO!

marta-zoboli-cuore

3. Ora affrontiamo il mi sento brutta… Mai prendere sottogamba il mi sento brutta perché in un attimo può trasformarsi nel colpa tua che non mi fai sentire bella quindi un generico ma no che sei bella è da evitare, bisogna avere un atteggiamento da tenero padre ma nello stesso tempo da tenebroso macho avvicinarsi e occhi negli occhi dire:
– Tu sei la donna più bella che io abbia mai visto.
– ma anche con queste occhiaie?
– Occhiaie? ah pensavo ti fosse colato il trucco.

NOOO non c’è speranza!!!!

Marta Zoboli

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>