Durante il Rinascimento lo sviluppo tecnologico portò a un grande risparmio di energia umana che permise la costruzione d’imponenti opere di rara bellezza  e altre di grande utilità sociale.

Una delle prime grandi invenzioni fu quella della stampa a caratteri mobili, che permise la diffusione della grande “energia del sapere”. L’invenzione di Gutenberg migliorò il livello culturale delle persone e grazie alla diffusione dei libri, mobili e tavoli nelle case non ballavano più.

Grazie ai libri Leonardo da Vinci poté studiare le leggi che gli permisero progettare i Navigli di Milano. Un’opera, che a quei tempi consentiva di governare l’acqua e usarla per i trasporti cittadini. Oggi sui Navigli di Milano governa lo Spritz e per questo come trasporto si consiglia il taxi.

primavera

Taxi che avrebbe dovuto prendere anche un contemporaneo di Leonardo, Cristoforo Colombo, un genovese un po’ belino che invece di andare nelle Indie finì per sbaglio in America. Nonostante questa errore molti storici considerano Cristoforo Colombo il più grande navigatore della storia per altri invece è molto meglio il Tom Tom.

Figura fondamentale del rinascimento fu Niccolò Copernico che con i libri delle sue teorie non cambiò solo il mondo ma l’intero universo. Per Copernico il Sole era il centro di tutto e gli altri pianeti gli giravano attorno.

Giravano proprio come le penne dei monaci amanuensi che per colpa della stampa improvvisamente rimasero senza lavoro.
Qualche monaco buddhisti, qualcuno andò in Baviera, altri si riciclarono come tatuatori.
Ed è così che grazie a Gutenberg e agli amanuensi che oggi possiamo esibire sulla nostra pelle le più belle frasi dei libri di Fabio Volo.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>