Gli antichi egizi sono stati tra primi popoli a usare energia alternativa ecosostenibile. Infatti, gli antichi egizi come energia alternativa utilizzavano gli schiavi. In Egitto la schiavitù era legale, un po’ come adesso ma senza i voucher, anche perché all’epoca si usavano i papiri ed erano scomodi da compilare.

Gli schiavi che dovevano produrre energia alternativa venivano presi a Sharm el Sheik: venivano divisi in squadre, ognuna con il proprio braccialetto, poi con la scusa del torneo di bòcce gli facevano spostare i pietroni delle piramidi. Dopo un po’ che giocavano però, agli schiavi veniva sete e così il faraone, che era il capo villaggio, organizzava un bel gioco aperitivo sul Nilo.

egitto

Chi riusciva a non farsi morsicare dal coccodrillo poteva bere gratis tutta l’acqua che voleva. Insomma, gli schiavi erano una gran bella energia alternativa: costavano poco e non inquinavano.

Gli schiavi però erano un po’ irrequieti: si buttavano sul buffet come un’invasione di cavallette, si lamentavano per la piscina piena di rane e in più, a furia di tirare i pietroni gli venivano le piaghe: le famose Piaghe d’Egitto. Si rivolsero così a Mosè, una guida locale, specializzato in grandi gruppi.

Possiamo definire Mosè la prima guida turistica della storia dell’umanità: una figura professionale che per il turismo è stata un vero e proprio spartiacque.

egitto2

Mosè era una gran brava persona: non rubava, non desiderava la donna d’altri e solo ogni tanto, quando si perdeva nel deserto, pronunciava il nome di Dio invano.

Mosè soprattutto non faceva la spia al faraone perché poi il faraone uccideva i ricercatori italiani.
Mosè guidò gli schiavi verso la libertà e una volta arrivati al Monte Sinai prese delle tavole e v’incise delle recensioni negative.

Fu così che grazie alla liberizzazione delle energie alternative, Mosè inventò Trip Advisor.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>