STORIA EVOLUTIVA DEL RISPARMIO ENERGETICO
CAPITOLO DUE: L’ANTICA GRECIA

Gli abitanti dell’Antica Grecia credevano che le forze della natura fossero gestite e controllate dagli Dei dell’Olimpo. Tra tutti gli dei ce n’era uno senza arte ne parte. Il giovane Eros.
Di certo, Eros, non governava le acque come Nettuno. Non dominava il  vento come suo zio Eolo. Non era coraggioso come Marte perennemente in guerra, tanto che tutti si chiedevano se Marte avesse una vita.
Non era certo suo padre Efesto, detto Vulcano, Dio del fuoco, forgiatore metalli.
Il govane Eros era per tutti il turbolento figlio di Venere, la Dea dell’Amore, divorziata da Efesto perché le piaceva di più andare a ballare che stare a guardare il marito in fonderia.
Eros come tutti i figli di genitori separati era solo un adolescente pieno di rabbia e rancore. Insomma Eros era un ragazzo di oggi, anima della città, pensava sempre all’America seduto in qualche Bar. Eros al Bar Bacco giocava tutto il giorno a freccette ed era famoso per avere una mira di merda: erano più le volte che prendeva quelli al bancone che il bersaglio. Eros però si accorse che tutte le volte che colpiva due persone, queste, amoreggiavano.

paolo labati

Era la grande energia dell’amore. Pensò così di aprire un’agenzia matrimoniale. “ Spiegò l’idea a Platone uno che al bar lo chiamavano ‘O Filosofo perché la sapeva lunga un po’ su tutto. O’ filosofo scoraggiò il giovane con le parole “ EFHARISTÒ, PARAKALOS, MUSSAKA” che dal greco antico significa  “l’amore non esiste la gente adesso usa Tinder.”
Eros, infuriato come Zeus e Marte messi assieme, scagliò le sue freccette con tale forza che raggiunsero una lontana isoletta sperduta dell’Egeo. I suoi abitanti, da quel momento iniziarono tutti a limonare duro senza distinzione di sesso, di razza, di birra e di mojito.
Fu così che grazie alla condivisione della grande energia amore, Eros scoprì a Mykonos la sua Terra promessa e un mondo diverso dove crescere i nostri pensieri. Darendedeee Darendendaaa

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>