In un mondo di advertising merchandising, social media, new tecnologies e photoshopping decidiamo di riportare l’attenzione sui sentimenti su quelle cose misteriose che ci succedono dentro, è il momento del SUSSIDIARIO EMOTIVO.
Il primo sentimento del nostro sussidiario è un sentimento che io cerco di tenere a bada da una vita:  la gelosia.
Definizione da vocabolario: sentimento di ansia e incertezza dell’essere umano, causata dal timore di perdere o non ottenere un bene o un affetto.
Definizione di una che la gelosia l’ha provata e la prova: una roba che ti viene dentro come una pressione, uno stritolamento, una specie di mano che spreme la salsiccia fuori dalla pelle, una schioppo che ti manca il fiato che dalla pancia sale alla testa e poi lì vuole uscire ma non riesce, una nebbia, una confusione, uno stato di “ah aiuto” e “argh spacco tutto” …
marta-zoboli-occhiali
–  Dov’eri?..a fare la spesa perché ?…con chi? e Filippo?!..Filippo era con te?
– Marta basta hai già 8 anni non puoi essere ancora così gelosa di tuo fratello!!
– mammaaaa
 
…Iniziò così la mia carriera di gelosa e da allora cerco di tenerla sotto controllo, si può , lo dico, lo ripeto: si può..
 
– …continui a ricevere messaggi stasera eh…no dico…non so
–  Vuoi sapere chi mi scrive
–  No, non mi interessa proprio
–  Marta è mia sorella
–  E chi te l’ha chiesto?!? …chissenefrega
marta-zoboli-cuore
…Si migliora, è un lavoro, un allenamento dentro e fuori, non si guarisce del tutto, ma… ecco una mossa che può aiutare: quando vi sentite sopraffatti dalla gelosia pensate intensamente alla poetessa Wisława Szymborska che nelle lettere all’amato chiudeva con un elegantissimo post scriptum.
PS Si prega di non disassuefarsi a me.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>