Il 10 novembre del 1969, negli Stati Uniti succede una cosa molto bella nella vita dei bambini. La National Educational Television manda in onda per la prima volta il programma Sesame Street.

Forse lo avete visto anche se non siete americani, è un programma rivolto ai bambini in età prescolare in cui i pupazzi del Muppet Show insegnano ai bambini cose molto semplici, come contare o le lettere dell’alfabeto.

sesame-streetSesame Street è un programma molto interessante per vari motivi. Intanto perchè è il risultato di una continua ricerca sull’incontro tra linguaggio televisivo ed educazione che ha portato gli autori a interrogarsi su diverse questioni: quanto un bambino in età prescolare riesce a seguire una storia? E poi perchè negli anni è diventato un piccolo affresco della multiculturale società americana, con una grande attenzione a tutte le diversità sociali e culturali: gli anziani, i latino americani, gli afro americani.

Un sondaggio ha rilevato che più del 95% di americani dai 3 anni in su ha guardato Sesame Street. Negli Stati Uniti è talmente popolare che personaggi come Michelle Obama e Bono degli U2 hanno partecipato a una puntata del programma.

Nel 2009 Sesame Street ha festeggiato 40 anni con il primato di essere in assoluto il programma che ha ricevuto più Premi Emmy e di essere trasmesso in più di 140 paesi con più di 20 versioni internazionali.

Caterpillar si ricorda di Sesame Street, dei Muppet Show e di quelli che hanno belle idee per l’infanzia.

Comments

comments

One thought on “L’inizio di Sesame Street: i Muppet e la buona tv per i bambini. Sara Zambotti

  1. Sono tedesca e sono cresciuta con la Sesamstraße. Ero dipendente dalla Sesamstraße. Ogni pomeriggio alle ore 18 dovevo guardarla, altrimenti terrorizzavo la mia famiglia con una crisi isterica. I miei sostengono che ho imparato a leggere prima di frequentare la scuola elementare perché guardavo la Sesamstraße. I miei compagni dell’infanzia erano il mostro delle briciole che divorava i biscotti, Ernie con la sua risata grassa che faceva impazzire il ragionevole Bert e Grobi che spiegava cosa significa distante e vicino finché crollava dalla fatica delle corse che faceva.
    E soprattutto: NON C’ERA LA PUBBLICITÀ. E ancora oggi non c’è nella TV tedesca dedicata ai bimbi – almeno sui canali pubblici. PERCHÉ I BAMBINI NON DEVONO ESSERE BOMBARDATI DI MESSAGGI COMMERCIALI. Scusate lo sfogo… sarà il frutto dell’overdose del programma antiautoritario Sesamstraße…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>