Il 9 novembre del 1989 il Governo della Germania Est annunciò l’apertura della “frontiera” tra Est ed Ovest.
Sette cose che non tutti sanno:

Un errore contribuì alla caduta del Muro. L’afflusso di tedeschi al muro che portò al suo collasso, avvenne quando un membro della Germania orientale annunciò erroneamente che i tedeschi dell’Est potevano passare in Germania occidentale con effetto immediato.

caduta-muro• Quelle che il mondo ha conosciuto come Muro di Berlino erano in realtà due barriere di cemento chiamate la “striscia della morte”.

Parti del Muro sono in mostra ​​in tutto il mondo. Una sezione del Muro è nella sala del Main Street Casino di Las Vegas maschile. Un’altra sezione è nei giardini del Vaticano.

•  L’esodo di massa dei tedeschi in Germania Ovest iniziò quasi 15 anni prima che il muro di Berlino venisse eretto nel 1961.

Il presidente Kennedy visitò il Muro nell’estate del 1963, non molto tempo prima del suo assassinio nel novembre di quell’anno.

muro-di-berlino-caduta-9-novembre-1• La riunificazione formale della Germania Est e Ovest avvenne il 3 ottobre 1990, quasi un anno dopo la caduta del Muro.

• Nel luglio del 1988 il concerto di Bruce Springsteen a Berlino Est aumentò il crescente dissenso in città che contribuì alla caduta del Muro.

• Alcuni parti del muro sono diventate famose in tutto il mondo. Checkpoint Charlie, formalmente conosciuto come Checkpoint C, è il soprannome che gli alleati occidentali diedero al noto punto di passaggio tra Est e Ovest.

Comments

comments

One thought on “Sette curiosità sul Muro di Berlino

  1. Checkpoint Charlie non era il soprannome ma la semplice pronuncia fonetica della C. .. esisteva anche un checkpoint A (Alpha) e un checkpoint B (Bravo) …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>