Noi li chiamiamo rom, sinti, zingari, nomadi, in realtà sarebbe meglio chiamarli popolo romanì, loro ci chiamano Gagé, perché siamo diversi da loro, non c’entrano nulla con la Romania, arrivano dall’India e se sono nomadi è perché spesso nel corso dei secoli sono dovuti scappare per trovare luoghi più accoglienti. Per noi GagèSteve-McCurry-001, i Rom sono un popolo indistinto di cui tendenzialmente diffidiamo, ma anche noi ai loro occhi risultiamo probabilmente un poco stranini. Inutile dirlo, il popolo romanì non gode di ottima fama almeno in Italia, dove costruiamo per loro campi provvisori ai limiti delle nostre città.
Il 24 maggio però ci piace ricordare che è la loro festa, grandissima e colorata. Nel sud della Francia, in Camargue, accorrono decine di migliaia di rom e sinti che percorrono le strade d’Europa per un raduno di due giorni per venerare Santa Sara, patrona di tutti i gitani. Il posto si chiama Saintes Maries de la Mer, 2.500 abitanti durante l’anno e quasi 50.000 durante l’estate, qui in tempi passati venivano a svernare Hemingway e Picasso, tra gli altri. A Saintes Maries de la Mer, si erge un grande campanile di 15 metri, alle cui fondamenta si trova una piccola cozzi_08_camargue.jpg__1000x0_q85_upscalecripta dove c’è una statua, la statua di Sara la Kal, la dea nera, patrona dei gitani. La storia è questa, Sara sarebbe la serva che accolse Maria Jacobé, sorella della vergine Maria che arrivò con Maria Salomé sulle coste della Camargue per evangelizzare il paese. Alla fine del ‘400 popolazioni rom e sinte cominciarono ad insediarsi in questa zona e da quel giorno Santa Sara viene celebrata ogni anno a fine maggio.

La sera del 24 viene ricoperta di gioielli, sete e broccati e trasportata in processione, con tanto di destrieri bianchi, la dea torna nella sua acqua e per due giorni seguono canti, balli, violini, chitarre e turisti che accorrono per non perdersi la festa.

Il 24 maggio il popolo gagé di Caterpillar fa gli auguri a tutte le Sare in ascolto e a tutti i romanì nomadi e stanziali del mondo e scusate il conflitto di interessi sul nome.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>