Il 10 maggio nasceva in Francia Marcell Mauss, uno degli antropologi più importanti al mondo. Possiamo dire che insieme a lui nasceva il REGALO. Quale fenomeno è per noi più gratuito del dono?

E invece no, dice Marcell, col cavolo che è gratuito: il nostro antropologo fu il primo a osservare che la pratica del dono è tutt’altro che disinteressata. Esempi di dono sono in tutte le culture, società, periodi storici: dal rituale del Kula in cui i popoli delle diverse Isole Trobriand del Pacifico si scambiano collanine e braccialetti una volta all’anno in una giftcerimonia che rinforza i legami commerciali tra questi popoli, alla sofferta abbuffata natalizia e all’annuale compleanno, nessuno scappa dal regalo. Quella bella sensazione che ci prende quando stiamo per consegnare un regalo a una persona e siamo talmente impazienti (o terrorizzati) di vederne la reazione, è l’inizio di un rituale codificato che è finalizzato a creare legame sociale.

Cerimonia codificata da leggi non scritte il regalo ci impone alcune scelte, accettare o meno il regalo, contraccambiarlo, quando e come, ma una volta ricevuto, siamo presi nel vincolo, questa è l’idea che il regalo costruisce un legame e volente e nolente qualcuno di lancia una palla e tu devi scegliere se accettarla o meno. Di mezzo c’è la qualità della relazione. Quali sono i confini del giusto regalo (quanto spendere per i cugini, fare o non fare il regalo alla collega?) non sono scritti e dobbiamo saperli indovinare di volta in volta pena l’incrinatura o il sospetto che si può infiltrare anche nelle migliori relazioni.

Il 10 maggio Caterpillar si ricorda di tutti quelli che aprono il regalo da soli per paura di non saper fingere e del gusto del trionfo quando azzecchiamo il regalo giusto.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>