Il 6 maggio in un paesino della Repubblica Ceca nasceva nel 1856 Sigmund Freud, il capostipite della psicoanalisi. Nello stesso giorno del 1992 veniva istituita in Gran Bretagna la giornata mondiale contro le diete.  Vi dimostrerò che i due eventi hanno molto da spartire.

Sigmund-FreudNella Vienna prenazista, Freud diede corpo alle intuizioni di Josef Breuer suo mentore e primo ad aver intrapreso la terapia della parola nella cura delle nevrosi. Non solo medicine, quindi, ma anche dialogo. All’idea che le cause di alcuni malesseri fisici fossero da rintracciare nella storia familiare e psicologica del malato, il giovane Freud aggiunse l’interpretazione dei sogni come territorio di analisi e la teoria dell’inconscio come motore sotterraneo nelle nostre azioni. Dall’inconscio alle diete il passo, lo capite anche voi, è breve.

La giornata mondiale contro le diete nasce per promuovere l’idea che il nostro corpo è bello così com’è e istituisce un giorno in cui smettiamo di accanirci per dimagrire e interrompiamo qualunque forma di astinenza alimentare. Freud ci direbbe probabilmente che quest’ansia che ci prende di voler essere magri per piacere è colpa del Super Io, quando esageriamo con il cibo il Super Io cominciamaxresdefault a urlarci dentro e a dirci che stiamo sublimando, proiettando sul cibo bisogni che non sono di tipo alimentari. Grazie Super Io, bella scoperta, lo sapevo anche da sola.

Caterpillar si ricorda del pensiero rivoluzionario di Sigmund Freud e delle nostre abbuffate e prega tutti i super io del mondo di andarsene in vacanza e di lasciarci un po’ in pace almeno domani. buon appetito a tutti.

Sara Zambotti

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>