Adotta un randagio del canile municipale e paghi 100 euro in meno all’anno di tasse comunali. È la decisione del comune di Vittoria (Ragusa). Il paese siciliano non è il primo a proporre un incentivo per chi  accoglie un cane. Decine di piccoli e grandi centri lungo lo Stivale lo hanno anticipato, ognuno definendo bonus sotto svariate forme.

cane-randagioQualcuno potrebbe sostenere che essere animalisti sta diventando una moda. E cavalcare le mode e gli umori è populismo. Al di là di populismi o no, le iniziative sono lodevoli e soprattutto pragmatiche: facendo due conti, ai comuni conviene proporre questi bonus anche dal punto di vista economico perché mantenere un cane ha costi elevati.

Il rapporto “Animali in città” di Legambiete, come scrive il Corriere, afferma che i comuni spendono 250 milioni di euro all’anno per mantenere cani e gatti randagi. Ogni bestiola costa in media 4 euro al giorno, ossia 1500 euro circa all’anno. Ecco perché gli sgravi e i bonus sono una soluzcani-randagi_0ione perfetta: risparmio delle amministrazioni pubbliche, meno tasse per i cittadini e migliori condizioni per gli amici a quattro zampe.
Il comune di Vittoria ha già messo nel bilancio 2016 “l’adotta un cane” grazie a uno sgravio di 100 euro sulla bolletta della Tari. Per evitare che dei furbetti lo facciano solo per lo sconto, il comune, per un determinato numero di anni, tramite alcuni controlli, si accerterà che gli animali non siano trascurati  e ricevano tutto ciò di cui hanno bisogno.

Iniziative analoghe sono state prese da altri comuni come Calendasco (Piacenza), Terni e Bisceglie (Barletta-Adria-Trani), Poggio Rusco e Quistello (entrambi mantovani), Terni e Pesaro.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>