OPERAZIONE “MAGNATA”

 

Hai prenotato con gli amici all’Agriturismo “Il Griglione”, perché oltre all’ottimo cibo offre il servizio gonfiabili per i bambini con clown che se li smazzano per te, ma alla mattina  tuo figlio si sveglia con 40 di febbre e sei costretto a  rimanere a casa dove ti aspetta la maratona Peppa Pig. Dopo 10 minuti che la senti parlare, te la immagini già sullo spiedo del Griglione.

 

OPERAZIONE “TUTTI AL MARE”

 

Ancora rimbambito dal pranzo di tua suocera, ti lasci scappare un “Dai, domani andiamo al mare a mangiare il pesce”! Peccato che la stessa idea l’abbiano avuta tutti, di conseguenza dopo 1km sei già imbottigliato all’ingresso della tangenziale. Dopo 6 ore sei arrivato all’uscita del tuo solito centro commerciale e, disperato, imbocchi l’uscita accontentandoti di ciucciare dei bastoncini di merluzzo davanti al banco dei surgelati.

 

 

OPERAZIONE “IN MOTO CON IL FIDANZATO”

 

Illudendoti di realizzare il tuo sogno di bambina di montare sul cavallo bianco del tuo principe azzurro, accetti in completa incoscienza la proposta del tuo nuovo fidanzato di fare un giro in moto. Moto replica stradale identica alla Yamaha Valentino Rossi. 600 km aggrappata come un koala ad un albero di eucalipto. “Vestiti sportiva” è stata l’unica raccomandazione ricevuta, e per sportiva non intendeva ballerine e pantaloni Capri con caviglia scoperta, no. C’è la marmitta ricordatelo. Se la mattina dopo in ufficio ti dicono “Scusa perché hai inciso a fuoco AHAMAY sul polpaccio?”, allora il tuo è di certo stato un Lunedì di Pasquetta indimenticabile.

 

OPERAZIONE “ RITORNO INTELLIGENTE”

 

Per evitare il traffico hai programmato il ritorno di martedì, “perché tanto tutti tornano di lunedì”, hai detto. “Partiamo con calma, a metà strada usciamo che c’è un bell’agriturismo dove si mangia bene, “IL GRIGLIONE”. Pranziamo, compriamo dell’olio e verso le 17 ripartiamo. Voi potete anche dormire perché tanto io ascolto Caterpillar che mi tiene compagnia.” Tutto perfetto, peccato che non hai calcolato le gallerie, dove la radio va e viene, e quando viene si sente sempre e solo la voce della Zambotti.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>