Ieri un’automobile anacronistica, una Citroen Mehari, ha attraversato le strade di Torre Annunziata, Napoli. E’ di un colore obiettivamente assurdo, verde smeraldo, ed è quella dove è stato ucciso, la sera del 23 settembre di 30 anni fa, mentre la sta parcheggiando, Giancarlo Siani.
Ucciso perché scrive notizie. Il caporedattore glielo dice continuamente: “Giancà, le notizie sono rottura di cazz“. Lui scrive lo stesso e allora lo ammazzano.
In questi giorni di auto sporche la Mehari verde smeraldo luccica legalità

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>