Così le vacanze son finite, più o meno.
Cosa siano, di preciso, non lo sa nessuno. Che significa vacanza: cambiar aria? Fare diverso? Non fare? Strafare?

Quest’anno la signora Marion Spiero, milanese, 93 anni, è stata molto festeggiata all’albergo Kvarner di Opatija, in italiano Abbazia, la Perla del Quarnero, Croazia. La signora Marion ci va in vacanza due volte all’anno, per Pasqua e d’estate. Si ferma uno o due mesi. Ci va da 73 anni, sempre nello stesso albergo. Per altri otto anni, prima, è stata in camere d’affitto un po’ in giro per la città. Dal 1942 è al Kvarner. Sempre. Un paio di anni fa l’albergo ha messo su un nuovo tetto metallico che la signora Marion, laureata a Budapest  in archeologia e storia dell’arte, trova “veramente orribile”.
“Sono innamorata di Abbazia, che però è tanto cambiata, compresa la gente. Comunque sia, non mi vedo altrove”.

Così l’anno prossimo la signora Marion torna al Kvarner.
L’anno prossimo tornano le vacanze.
L’anno prossimo a Abbazia. L’anno prossimo a Gerusalemme.
L’anno prossimo a…

Comments

comments

One thought on “Io non mi vedo altrove. Di Massimo Cirri

  1. Io vorrei vedermi altrove, ma sono inadeguata a tutto e mi sarebbe difficile definire una meta.
    L’importante è che ovunque sia questo altrove, si riesca prenda Radio2 soprattutto dalle 17,30 alle 19.
    Hasta!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>